Acido idrossicitrico: effetto marketing o reale?

Il web è certamente un grande labirinto nel quale spesso si può inciampare nel dubbio, specie se il nostro interesse è attratto da un prodotto molto pubblicizzato. Uno dei casi più eclatanti di questo tipo è quello legato alla commercializzazione della Garcinia Cambogia, una sostanza dimagrante che, stando agli annunci su internet, sarebbe davvero miracolosa per l’organismo.

Tutto ciò è reale o si tratta solamente di una trovata pubblicitaria? Per rispondere a questa domanda, ripercorriamo insieme la storia del prodotto.

Metodi dimagranti: i consigli del Dottor Oz

Il Dottor Oz è un medico statunitense diventato molto famoso grazie alla sua trasmissione televisiva sulle più efficaci cure dimagranti. Ma prima di diventare un personaggio pubblico, Mehmet Cengiz Öz è stato (ed è tutt’oggi) anche chirurgo cardiotoracico e docente universitario. Quindi non stiamo parlando proprio dell’ultimo arrivato.

Qualche tempo fa, il famoso dottore ha voluto diffondere, tramite il suo show, i risultati di una lunga ricerca scientifica in merito all’acido idrossicitrico (HCA). Questa sostanza è contenuta nella buccia di un frutto, il tamarindo Malabar, dato da una pianta indonesiana (garcinia o gummi gutta) e i suoi effetti sull’organismo sarebbero altamente benefici.

Nello specifico, l’HCA ha le seguenti comprovate proprietà:

  • Velocizza il metabolismo, limitando l’assorbimento di grassi nocivi
  • Limita la formazione di adipe e favorisce la trasformazione dei grassi in energia
  • Riduce il senso di fame
  • Migliora l’umore
  • Aiuta l’organismo ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue
  • Protegge l’apparato digerente da tutti i più comuni fastidi

Ad oggi, la gummi gutta è uno dei pochi prodotti dimagranti per i quali anche la ricerca scientifica ha dato risultati piuttosto incoraggianti. I consumatori che fino ad ora ne hanno fatto uso si ritengono assolutamente soddisfatti, tranne coloro che hanno mancato di associare al prodotto anche il mantenimento di uno stile di vita sano.

Gummi gutta: dosaggio e controindicazioni

L’acido idrossicitrico trasformato in prodotto dimagrante rimane una sostanza completamente naturale e per tale motivo non sono segnalate controindicazioni. Ovviamente il prodotto non è stato sperimentato su donne incinte o su soggetti affetti da particolari patologie.

A livello di dosaggio, i nutrizionisti consigliano l’assunzione di 500mg di prodotto tre volte al giorno (prima dei pasti) purché le compresse (o le gocce) acquistate contengano HCA almeno per il 50%.

Ulteriori studi, hanno dimostrato che la gummi gutta, unita all’assunzione di caffeina, produce risultati più consistenti e immediati. Certamente, il consiglio è quello di non esagerare con le dosi e comunque di rendere partecipe il proprio medico della scelta di intraprendere questa cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *